Perché il team remoto ha bisogno di Password Manager [+4 Tools]

0 Condivisioni

Diamo un’occhiata ad alcuni gestori di password per la tua organizzazione solo remota o ibrida. Inoltre, daremo un’occhiata al motivo per cui ne abbiamo bisogno dopotutto.

I gestori di password sono fondamentali per tutti gli individui o le organizzazioni. Ma per alcuni non è negoziabile, compresi i team remoti o le culture di lavoro ibride.

Personalmente, sono passati alcuni anni da quando ho iniziato a utilizzare un gestore di password. Attualmente, ho 261 voci nel mio Bitwarden Vault, comprese 246 password e 15 note sicure.

E sono così felice della mia decisione. È salvavita e le mie password ora sono sicure come qualcosa come Fort Knox.

Tuttavia, come azienda (in particolare le startup autofinanziate), le persone cercano sempre di prendere scorciatoie.

E perché iscriversi a un altro strumento quando puoi condividere le password “facilmente” tramite Slack, giusto? Sbagliato!

La condivisione delle password tramite applicazioni di chat o fogli di calcolo comporta rischi imprevisti. Inoltre, questo non è affatto conveniente.

Ma prima di immergerti un po’ in profondità, sarà meglio iniziare con i vantaggi dell’utilizzo.

Vantaggi dell’utilizzo dei gestori di password

In genere, tale software comprende alcuni mini-strumenti, tra cui un generatore di password, il riempimento automatico, la condivisione, ecc.

Inoltre, è possibile salvare informazioni aggiuntive come numeri di carta di credito, carte d’identità, note e passphrase.

Inoltre, la maggior parte dei gestori di password leader del settore crittografa i propri depositi con qualcosa di potente come la crittografia AES a 256 bit. Questa è la stessa sicurezza che alimenta le banche moderne.

In parole povere, i migliori supercomputer impiegherebbero milioni di anni per violare algoritmi di crittografia così robusti.

Inoltre, l’utilizzo di gestori di password per i team remoti ha anche questi vantaggi menzionati di seguito.

#1. Rischio minimo

C’è molto in gioco quando condividiamo una password attraverso una finestra di chat.

Innanzitutto, la sicurezza varia notevolmente in base all’applicazione utilizzata. In secondo luogo, potrebbe essere condiviso con persone che non sono nel miglior interesse della tua organizzazione o che non lavorano più con te.

Tuttavia, l’utilizzo di un’utilità di gestione delle password elimina questi problemi. Puoi tenere sotto controllo chi ha accesso alle password e ai log di accesso che ne indicano l’utilizzo.

#2. Ottima collaborazione

Il più grande merito dei gestori di password oltre alla sicurezza è la perfetta collaborazione. La maggior parte di questi strumenti ti consente di creare gruppi e condividere password con un clic.

Puoi facilmente concedere o revocare l’accesso. Inoltre, le autorizzazioni basate sui ruoli rendono la gestione delle password rapida ed efficiente.

#3. Accessibilità senza sforzo

Infine, la disponibilità multipiattaforma è il vantaggio più quotidiano di tali utility. Si possono installare estensioni del browser o trarre vantaggio dalle applicazioni native.

Questo ci aiuta a compilare le password in mobilità, eliminando la noiosa e rischiosa pratica del copia incolla.

Quindi ora che sai come questi strumenti possono essere utili, unisciti a me nell’esplorazione di alcuni gestori di password migliori per la tua azienda.

Passatempo

Passwork è un gestore di password principalmente rivolto alle aziende. Puoi optare per la sua versione self-hosted o basata su cloud, in base ai requisiti della tua infrastruttura.

Passwork è dotato di funzionalità di sicurezza standard del settore. Inoltre, presenta un’interfaccia intuitiva e facile da gestire senza confusione inutile.

Caratteristiche:

  • Crittografia AES-256 bit
  • Autorizzazione basata sui ruoli
  • Codice sorgente controllabile
  • Autenticazione a due fattori
  • Valutazione del rischio di sicurezza delle password
  • Integrazione API
  • Accedere ai log
  • SAML SSO compatibile
  • Supporto LDAP/AD
  • Formazione video, ecc.

Inoltre, avrai un supporto dedicato per la risoluzione dei problemi, l’installazione e l’integrazione.

Inoltre, una licenza self-hosted consente cinque istanze separate, quindi sei coperto per più sedi secondarie all’interno di una società madre.

Se questo ti interessa, ti suggerisco di saltare sulla nostra recensione di Passwork per dare un’occhiata alla sua interfaccia utente, alla creazione del vault, alla condivisione e altro ancora.

1Password

1Password è un noto gestore di password premium con una clientela rinomata, tra cui IBM, Slack, Shopify e GitLab.

Il punto di forza di 1Password, oltre alla solida sicurezza, è la disponibilità multipiattaforma con app native per Windows, Mac, iOS, Android e Linux. Inoltre, puoi usarlo come applicazione web o dalla riga di comando.

Caratteristiche:

  • Crittografia AES-256 bit
  • Controllo di accesso
  • Avviso di violazione
  • Controllo dello stato del caveau
  • Monitoraggio dell’utilizzo
  • Accesso singolo (beta)
  • Depositi condivisi illimitati
  • Autenticazione a due fattori
  • Compatibile con Duo
  • Supporto AD, ecc.

Inoltre, 1Password regala anche cinque account di famiglia a ciascun membro del team. In particolare, al momento della stesura di questo documento, 1Password è solo cloud senza funzionalità di self-hosting.

Infine, c’è così tanto da esplorare con la prova gratuita di 14 giorni.

Sicurezza del custode

Keeper offre un gestore di password aziendali che ogni dipendente può utilizzare su un numero illimitato di dispositivi per una sicurezza a 360 gradi.

Inoltre, i piani sono molto economici nell’intero settore.

Caratteristiche:

  • Crittografia AES-256 bit
  • Autorizzazioni basate sui ruoli
  • Autenticazione a due fattori
  • Supporto SAML e SCIM
  • Verifica della sicurezza del caveau
  • Compatibilità AD/LDAP
  • Integrazione API
  • Rapporti di attività, ecc.

Come 1Password, Keeper offre un account famiglia gratuito gratuito per tutto il tuo team. Inoltre, Keeper è limitato al cloud senza opzioni locali.

Attualmente, Keeper è disponibile per Windows, Mac, Linux, Android e iOS. È interessante notare che Keeper ha anche utili componenti aggiuntivi come BreachWatch (avviso di hacking), cloud vault sicuro (archiviazione di file), Keeper Chat (comunicazione aziendale crittografata), ecc.

Infine, prova Keeper Password Manager con la sua prova gratuita di 14 giorni per vedere se fa al caso tuo.

Bitwarden

Bitwarden può essere facilmente incoronato campione del popolo tra tutti i gestori di password. Posso attestare personalmente la sua indistruttibilità e le sue caratteristiche decenti come singolo utente.

Per cominciare, è un’offerta open source che puoi anche ospitare autonomamente (piani Enterprise) per la massima tranquillità. Inoltre, avrai funzionalità all’avanguardia a un prezzo estremamente conveniente.

Caratteristiche:

  • Crittografia AES a 256 bit
  • Sincronizzazione illimitata del dispositivo
  • Integrazione API
  • Registri di controllo
  • Supporto SCIM
  • Accesso singolo
  • Controllo di accesso
  • 2FA avanzato
  • Allegati crittografati, ecc.

Continuando la tendenza, Bitwarden estende gli account familiari gratuiti (piano Enterprise) alla tua forza lavoro.

Bitwarden mantiene un’eccellente libreria di applicazioni native per le principali piattaforme, tra cui Windows, macOS, Linux, Android, iOS, ecc. Inoltre, puoi distribuire la sua interfaccia a riga di comando o utilizzare la sua applicazione web.

Puoi provare Bitwarden con la sua prova gratuita di 7 giorni.

Avvolgendo!

Il passaggio ai gestori di password potrebbe essere un salto significativo per alcuni, ma sentirai che ne vale la pena poco dopo averlo preso. Inoltre, la maggior parte dei piani aziendali prevede prove che puoi intraprendere per valutare il loro impatto sulla tua cultura del lavoro.

Tuttavia, le opzioni non si limitano a queste. In effetti, abbiamo questo elenco completo di gestori di password del team che puoi controllare per scegliere quello migliore per te.

x