Perché gli smartphone non possono scattare foto di sfondo sfocate

0 Condivisioni

È impossibile scattare una foto con un soggetto nitido e uno sfondo sfocato (come quello sopra) con il tuo smartphone, almeno senza fingere. Ciò è dovuto ai modi in cui le fotocamere degli smartphone differiscono dalle fotocamere più grandi e dedicate. Diamo un’occhiata un po ‘più a fondo.

Perché i fotografi vogliono sfondi sfocati, comunque?

Oh, guarda, uno sfondo sfocato. Un professionista deve averlo preso!

Uno dei (presunti) tratti distintivi della fotografia di alta qualità è uno sfondo sfocato con un buon “bokeh”, una parola stravagante che descrive la qualità della sfocatura. Lo vedi soprattutto in fantastiche immagini e ritratti sportivi, ma anche in foto di matrimoni e di strada o video di YouTube artistici.

Anche se è vero che uno sfondo sfocato è comune in alcuni tipi di fotografia, è spesso un compromesso accettato, piuttosto che un effetto desiderato. Con alcune configurazioni, i fotografi non hanno altra scelta che avere uno sfondo sfocato e faranno di tutto per renderlo il meno sfocato possibile.

Nella fotografia sportiva, uno sfondo sfocato può essere un buon modo per separare un atleta dalla folla. Tuttavia, la velocità dell’otturatore necessaria per congelare l’azione e gli obiettivi lunghi che devono utilizzare sono ciò che costringe i fotografi sportivi a utilizzare un’apertura ampia, che crea sfocatura dello sfondo. Sono molto più preoccupati di catturare l’azione che di ottenere uno sfondo fresco e sfocato.

Una ripresa macro di un insetto.

Nella fotografia macro e di paesaggio la situazione è anche peggiore. Poiché i fotografi macro si avvicinano estremamente ai loro soggetti, spesso non riescono a mettere a fuoco l’intera cosa. Immagina di provare a scattare una foto a una libellula e di riuscire solo a mettere a fuoco i suoi occhi?

I fotografi paesaggisti, d’altra parte, spesso vogliono che tutto nell’immagine sia nitido, dai pollici davanti alla fotocamera all’orizzonte lontano, il che è difficile con qualsiasi impostazione. Questo è il motivo per cui entrambi i tipi di fotografia a volte richiedono il focus stacking.

Il focus stacking è una tecnica in cui vengono miscelati diversi scatti tutti messi a fuoco in modo leggermente diverso. Questi tipi di fotografi si sforzano così tanto di evitare sfondi sfocati, aggiungono un’ora o due di lavoro extra!

Profondità di campo e sfocatura

La profondità di campo è la quantità del piano focale che è accettabilmente nitida per lo spettatore. È ciò che determina ciò che è a fuoco o fuori fuoco in una foto.

Un ritratto di una donna a sinistra con una profondità di campo ridotta e uno sciatore che scende da una montagna innevata con una grande profondità di campo a destra.

In un’immagine con una profondità di campo ridotta, solo uno o due pollici del piano focale è a fuoco. Nel ritratto a sinistra in alto, in realtà sono solo gli occhi della modella. In un’immagine con una grande profondità di campo, praticamente tutto è a fuoco. Questo è vero per la ripresa dello sciatore in alto: tutto è a fuoco, dalla neve in primo piano e lo sciatore al centro, alle montagne sullo sfondo.

La profondità di campo è determinata dalla lunghezza focale di un obiettivo, dall’apertura su cui è impostato, dalla distanza dalla fotocamera al soggetto e dalle dimensioni del sensore della fotocamera.

Un ritratto di un uomo ripreso con un'apertura di f / 1.8, risultante in uno sfondo sfocato.Questa è stata scattata af / 1.8.

Aperture ha l’effetto più semplice e intuitivo sulla profondità di campo. Maggiore è l’apertura, minore sarà la profondità di campo. Più stretta è l’apertura, più profonda sarà la profondità di campo. Questo è indipendente da tutte le altre variabili.

Ritratto di un uomo ripreso con un'apertura di f / 5.6, con conseguente sfondo chiaro.Questa è stata scattata af / 5.6. Nota quanto è più chiaro lo sfondo qui rispetto all’immagine precedente.

Altrimenti, la regola generale è che più grande è il soggetto nell’inquadratura, minore sarà la profondità di campo. Puoi controllarlo avvicinandoti al soggetto (come un fotografo macro) o utilizzando un teleobiettivo (come un fotografo sportivo).

Due foto scattate alla stessa apertura, in cui il soggetto sembra avere le stesse dimensioni, dovrebbero avere profondità di campo simili, indipendentemente dalla lunghezza focale dell’obiettivo.

Una donna in piedi su un ponte dietro una fila di biciclette parcheggiate.Quando il soggetto si trova sull’altra sponda di un canale, non importa se stai scattando af / 1.8.

Le cose sono un po ‘confuse quando si tratta di dimensioni del sensore. Un sensore più piccolo riduce il campo visivo di un’immagine e fa apparire i soggetti più grandi, riducendo la profondità di campo. Tuttavia, la modifica della lunghezza focale per mantenere il soggetto della stessa dimensione nell’inquadratura contrasta la diminuzione della profondità di campo e la aumenta.

È complesso e controintuitivo, ma la cosa importante da ricordare è che una foto scattata con un sensore più piccolo ha più profondità di campo (e meno sfocatura) rispetto a una foto simile scattata con un sensore più grande.

Perché il tuo smartphone non può sfocare gli sfondi

Specifiche della fotocamera di Apple per la fotocamera con teleobiettivo su un iPhone.Si . . . no.

Consideriamo la configurazione della fotocamera su un iPhone 11 Pro. Ha le seguenti tre fotocamere:

A 13 mm, apertura fissa f / 2.4, ultra grandangolare.
A 26 mm, apertura fissa f / 1.8, grandangolare.
Un teleobiettivo da 52 mm, apertura fissa f / 2.0.

Sfortunatamente, però, quelle lunghezze focali sono bugie. Per lo meno, sono incredibilmente fuorvianti. A 52 mm ef / 2, dovresti essere facilmente in grado di ottenere sfondi davvero sfocati. Allora, cosa sta succedendo?

Bene, queste sono lunghezze focali equivalenti a pieno formato. Più semplicemente, sono le lunghezze focali dell’obiettivo che dovresti usare su una DSLR professionale per ottenere lo stesso campo visivo. Le lunghezze focali effettive sono 1,54 mm, 4,25 mm e 6 mm.

I sensori da 1 / 2,55 e 1 / 3,4 pollici su iPhone 11 Pro sono significativamente più piccoli di quelli che si trovano anche su un punto e scatta di medio livello. Sono una frazione delle dimensioni del sensore di una fotocamera professionale.

Utilizzando obiettivi con lunghezze focali estremamente brevi per ottenere campi visivi utili su tutte e tre le fotocamere, l’iPhone si ritrova con una grande profondità di campo, anche se ha obiettivi ad ampia apertura fissa.

Uno smartwatch sul braccio dell'uomo con uno sfondo leggermente sfocato.Il più sfocato che uno sfondo può ottenere su un iPhone.

Se ti avvicini al soggetto, la distanza minima di messa a fuoco degli obiettivi diventa un problema. Non possono mettere a fuoco nulla a meno di pochi centimetri di distanza, quindi non puoi ottenere un buon primo piano con la conseguente profondità di campo.

Non è così utile

Allora, perché è così difficile per i produttori creare fotocamere per smartphone in grado di ottenere una profondità di campo ridotta? Il motivo principale è che non ha molto senso.

Teoricamente, una fotocamera con un obiettivo periscopico e un sensore più grande potrebbe farlo. Tuttavia, quella fotocamera dovrebbe fare tutti i tipi di compromessi e non sarebbe così utile per la maggior parte delle foto che le persone scattano con i loro smartphone.

Mantenendo ampie profondità di campo (e simulando la sfocatura quando necessario), le fotocamere degli smartphone sono incredibilmente utili e versatili.

x