Blockchain nella catena di approvvigionamento per semplificare l’approvvigionamento e la distribuzione

0 Condivisioni

L’uso della blockchain nella catena di approvvigionamento introduce l’efficienza nella registrazione di qualità, prezzi, ubicazione, date, certificazione e altri componenti rilevanti necessari per un’efficace gestione della catena di approvvigionamento.

La gestione della catena di approvvigionamento (SCM) è l’ancora di salvezza delle aziende in quanto comprende tutto, dalla pianificazione, al controllo, all’esecuzione e alla gestione del flusso di risorse all’interno e all’esterno dell’organizzazione.

Fonte: Mdpi.com

Poiché SCM coinvolge anche il capitale finanziario ei dati di un’azienda, richiede una gestione efficiente delle risorse nell’approvvigionamento di materie prime, produzione, stoccaggio e altri componenti logistici correlati.

Questo complesso processo di gestione dell’inventario comprende l’inventario, la restituzione di prodotti difettosi e altri problemi relativi agli ordini.

Mentre la nuova tecnologia continua a trasformare le procedure aziendali quotidiane in SCM, la necessità di sistemi di consegna accurati e di monitoraggio in tempo reale rende la gestione della supply chain un campo desideroso di innovazione tecnologica continua.

Gli aspetti tecnici in continua evoluzione che coinvolgono dispositivi mobili, wireless e palmari aprono la strada nei settori dei trasporti e della logistica, ma rimanere al passo con le migliori pratiche e le nuove capacità è un processo senza fine che diventa un compito arduo per le organizzazioni che hanno già investito in tecnologie più vecchie.

Le transizioni possono richiedere tempo e denaro, ma sfruttare le tecnologie emergenti rimane il più grande segreto per rimanere a galla in un settore così competitivo.

Un sistema SCM dinamico dovrebbe generare valore per l’organizzazione. Mentre il software specializzato esistente garantisce una catena di approvvigionamento operativa, la tecnologia blockchain è il nuovo arrivato che comprende comunicazioni e collaborazione efficaci, senza soluzione di continuità e in tempo reale tra tutte le parti nel modo più conveniente.

Questo articolo esplora come il rapido avanzamento della blockchain può portare all’immediato miglioramento dei sistemi di supply chain.

Cos’è la tecnologia Blockchain?

Conosciuta anche come tecnologia di registro distribuito (DLT), blockchain si riferisce a un registro distribuito decentralizzato. Questo libro mastro conserva i record delle transazioni in una sequenza di blocchi.

I record sono conservati in copie distribuite su più macchine, chiamate nodi, in diverse posizioni geografiche.

Il registro blockchain è decentralizzato, il che significa che non dipende da un’unica autorità centrale per salvaguardarne l’integrità. Tutte le copie del libro mastro all’interno della blockchain sono la “verità” su ogni transazione effettuata nella rete.

Qualsiasi tentativo di contraffare una transazione o un’iscrizione richiederebbe la manipolazione simultanea di tutte le copie.

Poiché tutti i nodi sono collegati alla rete blockchain, tutte le versioni del libro mastro vengono modificate ogni volta che viene effettuata una nuova transazione in un nodo all’interno della rete.

Le reti blockchain sono generalmente di dimensioni utili, rendendo la possibilità di manipolazione quasi impossibile. Alcune caratteristiche importanti della blockchain che la rendono adatta alla gestione della supply chain includono quanto segue:

Consenso: tutti i partecipanti all’interno della catena di approvvigionamento accettano come autentiche qualsiasi transazione, sia che si tratti di stoccaggio, trasporto, immagazzinamento o distribuzione, effettuata all’interno della fornitura blockchain.

Provenienza: le entità della catena sapranno da dove proviene ogni risorsa, incluso chi l’ha gestita in precedenza e quando. Queste risorse possono essere qualsiasi cosa, dai diritti d’autore a macchine, gioielli, grano, minerale di ferro, ecc.

Immutabilità: le voci all’interno del libro mastro distribuito di una blockchain non possono essere sfruttate. Di conseguenza, nessuno può falsificare alcuna parte dei dati di inventario della catena di fornitura, transazioni di pagamento, date e orari di distribuzione o condizioni di stoccaggio, ecc.

Finalità: tutte le copie del libro mastro condiviso contengono la stessa versione di voci e transazioni: questa finalità che funziona bene per le reti di criptovalute funziona anche con le reti di supply chain blockchain.

Comprensione della gestione della catena di approvvigionamento

La gestione della catena di approvvigionamento si riferisce ai processi coinvolti nella gestione dell’intero flusso di beni e servizi, dai componenti grezzi fino al prodotto finale consegnato al consumatore.

Le aziende hanno una rete di fornitori che fungono da anelli della catena che sposta i prodotti da chi fornisce la materia prima a chi è a diretto contatto con il consumatore. Il processo prevede:

Pianificazione: include la pianificazione e la gestione di tutte le risorse necessarie per soddisfare la domanda di beni o servizi di un’azienda oltre a determinare le metriche utilizzate per misurare l’efficacia della catena di approvvigionamento.

Sourcing: selezione dei fornitori e definizione dei processi per il monitoraggio e la gestione delle relazioni. Includono l’ordinazione, la ricezione, la gestione dell’inventario e l’autorizzazione dei pagamenti.

Produzione: consegna delle materie prime, produzione del prodotto effettivo, test di qualità, imballaggio per la spedizione e pianificazione della consegna.

Consegna e logistica: coordinare gli ordini dei clienti, programmare le consegne, spedire i carichi, fatturare i clienti e ricevere i pagamenti.

Restituzione: il processo prevede la restituzione di prodotti difettosi, indesiderati o eccessivi.

Problemi che interessano le filiere tradizionali

Alcune sfide principali che affliggono i normali processi SCM includono: le supply chain tradizionali non sono abbastanza agili in quanto non anticipano i rapidi cambiamenti del mercato, rendendole costose, ad alta intensità di dati e inefficienti.

Nella maggior parte dei casi, sono caratterizzati da scartoffie eccessive e record contrastanti, causando ritardi dovuti ai processi di riconciliazione manuale.

#1. Enorme crescita nell’e-commerce

Più che mai, i consumatori acquistano beni e servizi online perché li trovano flessibili, convenienti e convenienti. L’aumento della domanda di prodotti online richiede una risposta simile per l’adempimento e la spedizione.

L’effetto è stato che la maggior parte dei produttori e degli spedizionieri sono svantaggiati perché non riescono a tenere il passo con le richieste, causando colli di bottiglia come arretrati record in ogni fase della catena di approvvigionamento.

#2. Inventario centralizzato

Le catene di approvvigionamento tradizionali dipendono da inventari centralizzati simili ai vecchi server Internet che perderebbero facilmente i dati ogni volta che il server si interrompe.

La sfida più grande con tali inventari è che sono facili da manipolare, portando al rischio di frode ovunque lungo la catena di approvvigionamento.

#3. Visibilità limitata o insufficiente

Le aziende B2B e B2C spesso dipendono da diverse piattaforme e partner per assisterle nel raggiungimento, evasione, spedizione e consegna degli ordini. Ciò di solito comporterà la collaborazione con partner di produzione, commercio, vendita al dettaglio e numerosi corrieri di merci e pacchi.

Aggiungi a questo un sistema di pianificazione delle risorse aziendali e hai una situazione in cui devono gestire dati provenienti da più fonti. Il risultato è l’incapacità di prendere decisioni tempestive a diversi livelli di inventario in base alle richieste dei clienti.

#4. Logistica frammentaria

La dipendenza da più fornitori logistici di terze parti per svolgere ruoli diversi spesso porta a una catena di approvvigionamento sconnessa che necessita di maggiori informazioni per soddisfare esigenze specifiche che potrebbero sorgere.

Cercare di collegare parti separate come la gestione del magazzino, i sistemi di gestione degli ordini oi partner di vendita al dettaglio rende difficile per le altre parti sapere cosa sta succedendo altrove.

In che modo Blockchain nella supply chain fornisce una soluzione a SCM

La tecnologia blockchain offre efficienza e trasparenza, le due componenti necessarie per fornire integrità e affidabilità nella gestione della supply chain.

Blockchain rende le catene di approvvigionamento più efficienti consentendo alle aziende di eliminare terze parti dal completamento delle transazioni e dal trattare direttamente tra loro utilizzando contratti intelligenti.

La tecnologia favorisce una maggiore integrazione della logistica e dei servizi finanziari, portando a una maggiore cooperazione dei dati tra le parti coinvolte.

Le aziende possono incorporare tag di identificazione a radiofrequenza (RFID) con blockchain per aiutare a tracciare automaticamente gli articoli.

L’utilizzo di soluzioni di pagamento integrate ridurrà notevolmente il tempo che intercorre tra l’ordine e l’elaborazione del pagamento, garantendo un movimento corretto e tempestivo dei prodotti completati. Il risultato è una maggiore conformità, minori multe e spese legali ed eliminazione di frodi e contraffazioni.

Vantaggi della Blockchain nella catena di approvvigionamento

La tecnologia blockchain è diventata dirompente nella maggior parte dei settori a causa del suo potenziale per rendere i processi efficienti, sicuri e semplificati. Può diventare strumentale nella gestione della catena di approvvigionamento, in cui le unità che si spostano dalla fonte all’utente finale devono passare attraverso diversi partner.

Blockchain raccoglie e protegge i dati da tutte le parti coinvolte all’interno della catena di fornitura, consentendo ai partner di condividere e sincronizzare informazioni importanti in modo che i prodotti possano essere consegnati alla massima capacità.

Diventando l’unico punto per l’accesso e la condivisione di tutte le informazioni, la blockchain semplifica i processi di comunicazione in un modo che non è stato sperimentato all’interno della catena di approvvigionamento e delle industrie di approvvigionamento.

Di seguito sono riportati alcuni vantaggi della blockchain nella catena di approvvigionamento:

#1. Maggiore sicurezza

La tecnologia Blockchain chiude le scappatoie ed elimina la possibilità per qualsiasi attore all’interno della catena di approvvigionamento di aggirare le normative stabilite.

Alcuni esempi tangibili includono l’impossibilità di manomettere i dati, come la creazione di prodotti o dipendenti fantasma. Blockchain ha abilitato questo creando un audit trail trasparente aperto a tutti i partecipanti per ogni azione che non può essere manipolata.

La sicurezza alla base della tecnologia blockchain rende impossibile a chiunque falsificare una voce poiché un hacker deve alterare contemporaneamente centinaia, se non migliaia, di copie, un’azione praticamente impossibile.

#2. Sostenibilità

Blockchain aumenta la sostenibilità aiutando i gestori della catena di approvvigionamento a chiudere qualsiasi forma di pratiche non etiche o illegali.

Il libro mastro distribuito facilita una tracciabilità senza precedenti, che aiuta a ridurre qualsiasi forma di scorciatoie, pratiche scorrette e illegalità all’interno della catena.

#3. Obiettività

L’uso della blockchain garantisce che i manager prendano le loro decisioni utilizzando dati oggettivi e verificabili, riducendo così le possibilità di qualsiasi forma di input basata su informazioni ulteriori o non confermate per massimizzare i profitti.

#4. Precisione

Tutti i dati all’interno della blockchain della catena di approvvigionamento saranno trasmessi in tempo reale tra i partecipanti, il che significa che tutti all’interno della rete hanno simultaneamente accesso alle informazioni correnti.

Ciò aumenta la possibilità di accuratezza poiché nessuna parte deve inviare un’e-mail all’altra per chiedere informazioni sulla posizione di un articolo all’interno della catena di approvvigionamento. Una volta che i dati vengono inseriti, sono considerati attendibili da tutte le persone coinvolte poiché vengono crittografati e non possono quindi essere modificati.

#5. Efficienza

L’immutabilità dei record all’interno della blockchain significa che i nostri record sono affidabili. Ogni processo di produzione, immagazzinamento, fornitura, distribuzione e vendita al dettaglio può anche essere integrato all’interno della blockchain per creare un record condivisibile permanente per ogni transazione tra di loro.

Di conseguenza, i dati sono accessibili a tutti gli attori della catena di approvvigionamento e riducono la necessità di pratiche burocratiche snervanti, migliorando significativamente l’efficienza in tutta la rete.

#6. Trasparenza e Tracciabilità

Blockchain aumenta la tracciabilità e la trasparenza per tutte le procedure all’interno di quella catena di approvvigionamento attraverso il suo registro tracciabile digitalmente. Diventa più facile rintracciare qualsiasi prodotto mentre attraversa la catena di approvvigionamento poiché qualsiasi partecipante può individuare dove si verifica un incidente lungo il percorso.

La tracciabilità e la tracciabilità sono particolarmente importanti negli incidenti di sicurezza dei farmaci o degli alimenti e la blockchain potrebbe impedire che si verifichino in primo luogo.

Questa tecnologia emergente promuove la sicurezza e la sostenibilità dei prodotti in quanto possono essere esaminati dal primo passaggio della catena al prodotto finito.

#7. La fiducia dei consumatori

Poiché la blockchain consente alle aziende di verificare tutto, dalla materia prima al prodotto finale, possono essere sicure che i loro prodotti non violino alcuna linea guida o vengano manomessi lungo il percorso, garantendo così che l’azienda sia protetta da eventuali danni alla reputazione.

Ciò potrebbe includere anche la conformità politica poiché molti organismi politici regionali, come la Commissione europea, stanno già iniziando a creare e sviluppare la conformità blockchain a livello di territorio per determinare come vengono condotti gli affari all’interno dei loro territori.

#8. Sicurezza finanziaria

La blockchain può accelerare le procedure, quindi tutte le parti hanno un maggiore controllo, rendendo la catena di approvvigionamento più dinamica e robusta. Ogni partecipante può monitorare ogni pagamento effettuato all’interno della blockchain.

Di conseguenza, il fornitore si sentirà supportato durante il processo di acquisto e sarà costretto ad attendere più del necessario per ricevere il pagamento.

Alcune sfide per Blockchain nella catena di approvvigionamento

Solo perché è disponibile una buona tecnologia non significa che tutti la stiano già utilizzando. Alcune sfide che devono affrontare l’adozione della blockchain nella catena di approvvigionamento includono quanto segue:

Mancanza di uniformità: mentre alcuni partecipanti avrebbero potuto adottare tecnologie come i chip RFID, altri attori all’interno della catena di approvvigionamento operano ancora utilizzando registrazioni cartacee nei punti più integrali, il che significa che l’adozione completa deve ancora essere migliorata.

Ignoranza: molti leader esistenti nell’SCM non comprendono ancora la blockchain. Altri credono ancora che sia solo una moda passeggera e stanno ancora aspettando che passi anche se altri continuano a incassare il “clamore”.

Costo dell’opportunità: per quanto possano esserci diverse parti interessate, alcune sono riluttanti a investire tempo e denaro in una tecnologia ancora in fase di sviluppo. Tali credono che investire in una tecnologia nascente sia troppo rischioso, almeno fino a quando non ottiene l’accettazione universale.

Ostacoli legali: ci sono ancora sfide pratiche e legali che la blockchain sta affrontando in diverse giurisdizioni. Pertanto, le aziende interessate devono assumere esperti per istruire i propri dipartimenti legali sulla blockchain e su come fa affari.

Waiting Game: per la maggior parte degli altri, è semplicemente un gioco di attesa per il software e i suoi standard fino a quando non si convincono.

Come implementare la blockchain nella supply chain

A meno che tu non gestisca una piccola impresa con una logistica semplice, potresti aver bisogno di blockchain in SCM. In tal caso, puoi utilizzare la nostra semplice procedura per l’implementazione.

Passaggio 1: determinazione del caso d’uso

Decidi quali obiettivi intendi raggiungere utilizzando la blockchain descrivendo quali tra i tuoi processi SCM esistenti devono essere migliorati dalla blockchain.

Passaggio 2: sviluppo dell’architettura

Successivamente, devi determinare le caratteristiche della blockchain che implementerai in modo da poter raggiungere i tuoi obiettivi. Ciò includerà la privacy dei dati, il meccanismo di consenso, i metodi di autenticazione, gli input/output dei dati e le DApp che svilupperai.

Passaggio 3: creazione dell’applicazione

Il passaggio successivo prevede il coinvolgimento di uno sviluppatore e l’implementazione della blockchain. Prendi in considerazione l’assunzione di una società di sviluppo per aiutarti a creare e integrare la tecnologia nel tuo sistema di gestione della catena di vendita.

Passaggio 4: distribuzione

Una volta che il team di sviluppo ha terminato il progetto, è necessario eseguire un progetto pilota in modo da poter sentire come funziona e cosa deve essere migliorato prima della completa implementazione.

Settori in cui Blockchain nella catena di fornitura sarà una soluzione

La Walmart Food Traceability Initiative offre il miglior esempio di come implementare la blockchain. Il gigantesco supermercato può tracciare e tracciare i prodotti lungo tutta la catena di approvvigionamento, dalla fattoria allo scaffale del supermercato, utilizzando le soluzioni blockchain di IBM.

La blockchain di Walmart in SCM copre tutti gli aspetti monetari, merceologici, documentaristici, personalizzati e informativi della catena di approvvigionamento.

Oltre a ridurre il tempo necessario per tracciare l’origine di tutti i prodotti, ha diminuito gli incubi ei costi logistici, aumentando al contempo la fiducia dei clienti.

Altri settori che potrebbero trarre vantaggio dalla blockchain nell’implementazione della catena di approvvigionamento includono gioielleria, prodotti farmaceutici e produzione.

Il futuro della blockchain nella supply chain

Mentre il mondo cambia e le industrie continuano a crescere a un ritmo fulmineo, sta diventando sempre più evidente che le aziende che gestiscono le supply chain devono diventare abbastanza agili da rimodellare il loro modo di pensare e il mercato in modo proattivo.

La capacità di Blockchain di rivoluzionare le catene di approvvigionamento introducendo un migliore flusso di informazioni e riducendo sprechi, frodi e cattiva gestione diventa un ingranaggio chiave per il futuro.

Per i produttori le cui catene di approvvigionamento stanno affrontando il rallentamento o i loro consumatori che denunciano l’aumento dei prezzi a causa della logistica, la blockchain offre una soluzione pronta.

Poiché le catene di approvvigionamento possono avere un impatto significativo sui prodotti che raggiungono il consumatore in modo più sicuro, più veloce e conveniente, la blockchain nella catena di approvvigionamento svolgerà un ruolo di primo piano nel business che si occupa di prodotti di consumo e altri materiali industriali.

Parola finale

L’industria della supply chain sta affrontando la sua domanda più impegnativa se abbracciare la tecnologia blockchain. La tecnologia offre molti vantaggi che potrebbero aiutare le aziende ad affrontare le sfide SCM esistenti.

Tuttavia, più aziende abbracciano la blockchain, più preciso diventerà il percorso per tutti gli altri seduti sul recinto. Ogni azienda deve considerare se dispone di processi su cui la tecnologia potrebbe avere un impatto significativo e se esiste un’effettiva necessità di implementazione.

Successivamente, puoi consultare buone risorse per imparare la blockchain e ottenere la certificazione.

x