7 migliori strumenti di monitoraggio e controllo della configurazione del server

0 Condivisioni

Trovare la giusta configurazione hardware del server ed eseguirla correttamente è solo metà della battaglia.

Successivamente, è necessario monitorare costantemente la configurazione e i log di controllo in modo che tutti i servizi, le applicazioni e i servizi funzionino correttamente e non vi siano problemi di conformità.

La risposta tempestiva a guasti e minacce alla sicurezza consente di evitare significative perdite di produttività e finanziarie. Senza monitoraggio, è difficile determinare immediatamente se il server è difettoso o se alcuni dei suoi servizi non funzionano correttamente.

Il monitoraggio della configurazione del server raccoglie e analizza i dati sulla configurazione corrente dei server e delle risorse del server. Per questo vengono utilizzati strumenti e servizi speciali, la cui funzionalità è leggermente diversa l’una dall’altra.

Alcuni programmi per Windows o Linux sono progettati solo per il monitoraggio della memoria libera e del carico della CPU del server, mentre altri sono adatti per il monitoraggio avanzato dei server aziendali e aziendali.

Perché è necessario il monitoraggio della configurazione del server?

L’obiettivo principale del monitoraggio della configurazione del server è monitorare eventuali modifiche al benchmark o alla configurazione di base del server, tuttavia spesso include anche il monitoraggio delle prestazioni, dell’occupazione della memoria e della funzionalità in tempo reale.

La cosa più importante del monitoraggio della configurazione è rilevare eventuali modifiche nella configurazione e correlarle alle metriche delle prestazioni. Questo aiuta a rilevare i problemi anche prima che gli utenti li sperimentino. Ad esempio, se riduci lo spazio libero sull’SSD del server a un livello critico, puoi avere tempo per risolvere il problema.

Supponiamo che ciò non avvenga in tempo (cosa che molto spesso accade senza il monitoraggio delle utilità). In tal caso, il servizio Web, l’applicazione, il sito o i dati potrebbero risentirne: il sito, il servizio e le applicazioni smetteranno di funzionare per tutti gli utenti e i dati potrebbero andare persi. È difficile stimare le perdite finanziarie in questo caso: questo è irto non solo di un deflusso di utenti e acquirenti, ma anche di problemi di fiducia e reputazione a lungo termine.

Il monitoraggio della configurazione del server include l’analisi dei seguenti dati:

  • Modifiche alla configurazione
  • Registri del server
  • Prestazioni del processore
  • Memoria
  • Stato delle unità di archiviazione collegate al server
  • Lo stato generale dell’attrezzatura
  • Stato dei compiti assegnati
  • Flusso di traffico
  • Stato della temperatura esterna e del sistema di raffreddamento.

Sulla base di questi dati, è possibile monitorare lo spazio di archiviazione libero e occupato, lo stato dell’apparecchiatura (attiva o meno), il volume di traffico, il carico della CPU, la temperatura del dispositivo e le prestazioni dei singoli elementi di archiviazione (ad esempio, un sistema di raffreddamento attivo sui modelli aziendali).

Tutte le informazioni vengono analizzate e visualizzate in tempo reale. Strumenti e servizi con un’interfaccia intuitiva hanno una modalità di avviso, quindi l’amministratore di sistema noterà immediatamente qualsiasi errore.

Il monitoraggio dei server viene effettuato utilizzando strumenti o servizi speciali. Molto spesso, i servizi di monitoraggio vengono utilizzati per il monitoraggio 24 ore su 24. Di seguito sono riportati alcuni dei migliori e ampiamente rinomati strumenti di monitoraggio e controllo della configurazione del server:

SolarWinds

SolarWinds’ monitoraggio della configurazione del server è uno strumento che può essere utilizzato per rilevare eventuali modifiche al benchmark o una configurazione di base su server Windows e Linux. Non solo consente di confrontare diverse modifiche alla configurazione in tempo reale, ma anche di rilevare chi sta apportando modifiche e in che modo influisce sulle prestazioni del server. SolarWinds consente inoltre di monitorare l’hardware e le applicazioni del server.

Gestisci motore

OpManager di ManageEngine è uno strumento di monitoraggio in tempo reale che consente di monitorare oltre 2000 metriche di prestazioni. Consente inoltre di monitorare sia i server reali che quelli virtuali, comprese le macchine virtuali e Hyper-V. L’OpManager offre anche la possibilità di impostare soglie multilivello che possono essere utilizzate per ricevere un avviso in caso di modifiche importanti nella configurazione del server.

Rete

Rete è uno strumento di controllo della rete che monitora la rete e rileva le minacce alla sicurezza. Ti consente di mitigare i punti deboli attraverso la sua valutazione automatizzata del rischio. Netwrix rende inoltre più semplice l’audit di conformità monitorando i tuoi dati e chi ha accesso ad essi e in caso di problemi critici riceverai avvisi in tempo reale.

Datadogq

Datadogq è una piattaforma con un’ampia gamma di strumenti diversi per il monitoraggio dei server, tra cui l’infrastruttura e il monitoraggio delle prestazioni. Fornisce inoltre funzionalità di gestione dei registri e monitoraggio dei dati sensibili per risolvere i problemi di conformità.

Datadog ha anche una serie di opzioni di gestione della sicurezza e una funzione di rilevamento degli errori per fornire avvisi in tempo reale di eventuali modifiche apportate alla rete o problemi di sicurezza.

Monitorare Opsview

Monitor Ospview è una soluzione di monitoraggio che monitora i sistemi operativi, le reti, i server di posta elettronica, il cloud, le macchine virtuali, i contenitori, i database e le applicazioni. Supporta i plugin da Scambio di Nagios che ti offre opzioni di monitoraggio aggiuntive. Opsview può essere facilmente integrato se stai utilizzando un sistema di ticketing e notifica tramite la sua API.

Atera

Atera è un software di monitoraggio e gestione remota che permette di monitorare la rete in tempo reale. Ti consente di eseguire scansioni istantanee della rete e automatizzare le attività amministrative e di manutenzione. Altera ti consente di gestire contratti e SLA. Inoltre, ti consente anche di integrare QuickBooks, Xero e Freshbooks.

Chef.io

Cuoco è una soluzione di gestione della configurazione basata su policy che consente di definire configurazioni e policy come codice e automatizzare l’eliminazione della deriva. Chef Automate può essere utilizzato per convalidare queste politiche e con Chef infra puoi applicarle facilmente.

Scelta degli strumenti di monitoraggio e controllo della configurazione del server

Quando si scelgono strumenti e servizi per il monitoraggio o il controllo dei server, è importante considerare diversi fattori. Qui esamineremo tre dei fattori più importanti:

  • Il primo è il sistema operativo per cui è progettato lo strumento. Ad esempio, alcuni strumenti possono essere eseguiti solo su Windows Server 2016+, sebbene monitorino qualsiasi hardware, inclusi i server Linux.
  • Il secondo fattore di scelta è la disponibilità di una comoda interfaccia di gestione e controllo. È molto più conveniente se il servizio di monitoraggio dispone di un sistema di allerta e mostra visivamente quale elemento di archiviazione funziona correttamente e quale presenta un errore.
  • Il terzo fattore è la funzionalità e il numero di parametri monitorati. Alcuni servizi possono essere integrati utilizzando sistemi di analisi e monitoraggio dei registri.

La maggior parte dei servizi di monitoraggio aziendale è compatibile con server aziendali comuni come Dell PowerEdge, HP ProLiant, IBM eServer xSeries, Dell PowerEdge Blade, HP BladeSystem, VMware vSphere e altri, ma a volte è razionale sceglierli per una specializzazione più ristretta. Ad esempio, alcune soluzioni sono più adatte per il monitoraggio dei database mentre altre sono più adatte per il monitoraggio della configurazione in tempo reale.

Parole finali

Esistono numerose opzioni quando si tratta di scegliere un server o uno strumento che monitora la configurazione e il controllo del server. È importante considerare i tuoi requisiti come l’infrastruttura durante la scelta dello strumento. Inoltre, spesso gli amministratori di sistema sono prevenuti riguardo agli strumenti con cui hanno lavorato in precedenza. Quindi, se stai pensando di passare a un nuovo strumento, è preferibile scegliere uno strumento con una curva di apprendimento poco profonda.

x